Ho avuto più otiti che compleanni.

Questo blog ha, come sospettavo, un ché di patetico e ancora puerile, mi sa di adolescenziale, e pensavo, diobuono, pensavo fosse finita, quella fase.
Invece è ancora tutta qui, e uno se la porta dietro come si porta il diavolo sulle spalle
nello stomaco
nella faringe
e altri organi a caso.
Non me la sono lasciata dietro, continuo ad essere una criatura senza arte né parte, e continuo a lagnarmi di continuo di mali inesistenti.
Eppure mi sembra di essere regredita, a tal punto che è come se
tutto questo tempo non avessi contratto mai nessuna malattia. Mai.
Le mie difese immunitarie si sono abbassate, e a ogni colpo di vento ecco una cattiveria alla testa e quindi all’orecchio e viceversa. Sono attaccata da tanti geli, all’unisono, da tutte le parti, e dopo mi ritrovo a casa coi dolori.
E se bevo o mangio freddo, riesco a sentirmi tanto male da piangere e vomitare.
E c’è pure chi mi prende in giro, per queste cose.
Va bene, lo ammetto, ammetto che è da lagnosi lagnarsi sempre
ma proprio mangiare non mi va. Tanto meno soffrire.
E se mangiare mi fa soffrire, allora addio.
Mangiare così come odiare, amare. Non so se sono stata abbastanza chiara, intendo verbi, così.
E se ritorni nella mente
basta pensare che non ci sei.

Adesso, a 8 minuti alla mezzanotte, facciamo il conto alla rovescia.
Siamo solo io e te, niente Darie che mi mancano, niente Magde, niente Bunos, nessun amico, nessun Renato.
Io e te.
Adesso puoi pure essere Daria/Magda/Buno/Renato, ma siamo solo io e te.
Siamo solo io e te e le mie lagne.
E nel momento stesso in cui lo scrivo, “lagna”, ecco che già mi sento meglio.
Non c’è neanche bisogno di dirti perché mi lagno.
Tanto lo sai già.
Mancano 5 minuti alla mezzanotte, e io ho una gran voglia di riposare.
Ma una di quelle dormite che quando ti svegli sei grato di essere al mondo, sei grato e riconoscente della splendida nottata/giornata passata a riposare, e tutti ti hanno aiutato affinché ti sia potuta riposare, va bene così? comoda?
Mancano 3 minuti alla mezzanotte, quasi mi si chiudono gli occhi, non so davvero in questo momento cos’altro dovrei continuare a fare.
Mancano 2 minuti alla mezzanotte, e io ho avuto più otiti che compleanni.
Mancano 60 secondi alla mezzanotte
E se ritorni nella mente
4
basta
3
pensare
2
che
1
non ci sei.

Fine. Mancano esattamente 5 giorni al mio primo esame, di quelli belli che si scelgono, 5 giorni, e sono circa aspetta fammi fare il conto… ah, sì: 29 giorni che non ci sei.

Annunci

Pubblicato da

claudiarabij

Vagheggio su temi letterari, significati reconditi, spezzo e analizzo, mi emoziono, scrivo.

2 pensieri su “Ho avuto più otiti che compleanni.”

  1. Per il giorno del primo esame conosco un rituale che secondo me potresti seguire per sciogliere la tensione: a prima mattina, vai al bar e fatti dare un caffè corretto con la sambuca.
    Magari ti porta anche un po’ di fortuna.
    Jude cara, le tue parole mi colpiscono sempre tanto. Ti voglio bene.

  2. la mattina del 14 dicembre 2010,
    erano le 6 del mattino,
    un tizio a Pianura, che poi si chiamava “Mimmo”, mi ha rivelato di essere un guaritore delle dipendenze e dei disturbi dovuti all’ansia. Mi ha guardato e mi ha detto che l’ansia è una malattia; l’ansia, il panico. Io gli ho detto che di queste cose non ne soffrivo, di sicuro non quando avevo un esame. Il che è vero. Che non ne ho quando ho un esame; ma mi ha dato un buon metodo, per affrontarla: “fai scorrere i pensieri così come fosse niente; non fermarti su uno solo, falli andare, lasciali andare, lasciali andare senza sosta.”
    Farò così. Ma devi tener conto che nutro un ammirazione nei confronti del mio professore che raggiunge livelli di divismo inaudito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...