Siamo tutti schifosamente psicoanalizzabili.

‘Esiste un aspetto del salvataggio per una donna che non abbiamo ancora discusso. In The Loving Spirit, abbiamo esaminato l’importanza per l’eroina di sentirsi “parte” di qualcosa, qualche forza o spirito diversi da un uomo reale. Salvare ed essere salvati qui si separano, e questo può essere il caso in cui una donna vuole essere salvata nel senso di diventare parte di qualcosa al di là di sé.
Una ragazza trascorreva molte sere contemplando le stelle d’oro dipinte sul soffitto della sua stanza, convinta che là abitasse qualcosa a cui avrebbe dato in seguito il nome di “terza forza”. Lungo le contorte vicende delle sue relazioni con gli uomini, le sue delusioni si scontravano sempre con la consapevolezza di qualcos’altro, che osservava e attendeva, e che aveva completa fiducia in lei. La scrittrice George Sand raccontò una storia simile. Bambina precoce e rapida nell’apprendimento, la sua famiglia era sconcertata da un’unica incapacità: riusciva a dire tutto tranne la lettera “b” (in francese “be”) dell’alfabeto. Né suppliche né punizioni poterono indurla a correggere l’elisione. All’età di dodici anni successe una cosa strana: vide le lettere dell’alfabeto nuotare davanti ai suoi occhi, finché non si riunirono a formare la parola “Corambe”. Seppe allora che la parola l’avrebbe accompagnata, osservata e che avrebbe ascoltato le sue lunghe storie. Man mano che la sua vita trascorreva attraverso una lunga serie di amanti, questi venivano abbandonati ogni volta mentre la sua divinità privata rimaneva costante. A Corambe dedicava un altare, pregava, comunicava con lei.
Nella sua discussione sulla vita di Sand, Melene Deutsch collega il “coram” di “Corambe” al latino coram, “di fronte a”, e si potrebbe aggiungere che coram ricorreva normalmente nella liturgia, come coram Deo, “di fronte a Dio”. Ora, se “be” è la “b” del suo alfabeto d’infanzia, “Corambe” significa “di fronte a b”, dove la lettera “b” prende il posto di Dio. Gli scandali della sua ricca vita amorosa sono così adombrati da questo partner silenzioso, così come per l’eroina in The Loving Spirit c’è una frattura tra l’uomo reale della sua vita e la forza alla quale sente di appartenere, il luogo della sua fedeltà. Questa dualità è spesso fraintesa, in quanto la relazione con gli uomini è usata per interpretare la relazione con ciò che esiste al di là di loro. Così, molti commentatori della grande mistica femminile del Medioevo sono spesso sconcertati da come gli incontri delle sante con Dio assomiglino a un grande orgasmo.
Ma tali descrizioni sono di fatto alquanto rare. Come fece notare la storica Carol Walzer Bynum, la maggior parte degli scritti della mistica femminile verte più sull’impossibilità di essere completamente sole che sull’estasi dell’unione. Questa impossibilità può prendere il nome di “Corambe”, The Loving Spirit, “terza forza”, ma è comunque diversa da un uomo.

Se l’amore tra gli umani non sempre è duraturo, queste stranezze invece permangono. “Corambe”, The Loving Spirit e “terza forza” sono nomi di qualcosa che esiste indipendentemente dalle vicissitudini della storia, ed è perciò costante e affidabile. Forse una promessa assume il suo significato all’interno degli spazi di queste divinità. Ma non è simile alla promessa che viene da un uomo reale; si potrebbe dire, piuttosto, che il luogo di questo terzo termine è in sé l’effetto di una promessa infranta nel passato. Perché emerga il garante, perché la “terza forza sia lì”, costante e fedele, forse qualcosa non era così sicuro una volta. Se “lo spirito amante” non delude mai, forse ha preso il posto di qualcosa che ha deluso, qualcosa che non durò o che addirittura non successe mai. Una storia d’amore così ne presuppone un’altra, e perché una passione incominci c’è sempre la questione di come, esattamente, sia finita l’ultima…’

Le promesse degli amanti, di Darian Leader.

Annunci

Pubblicato da

claudiarabij

Vagheggio su temi letterari, significati reconditi, spezzo e analizzo, mi emoziono, scrivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...